Cultura e popolazione

Bookmark and Share

Etnie:
Il paese conta 381.371 abitanti (2008), con una densità media di 72 abitanti per km² e un tasso di urbanizzazione del 78%. Metà della popolazione ha meno di 20 anni. A livello etnico, la popolazione è costituita per circa due terzi da malesi e, per il resto, da esigue minoranze di cinesi, indiani e gruppi indigeni, tra i quali i dayak, gli iban ed i belait.
 
 
Lingua:
La lingua ufficiale è il malese (Bahasa Melayu), ma l'inglese è largamente parlato ed usato nei commerci e per gli atti ufficiali. Mandarino, cinese e altri dialetti indigeni sono parlati da alcuni segmenti di popolazione. L’arabo è utilizzato come lingua liturgica, in quanto il Corano è, per dogma, intraducibile. Il jawi, malese scritto in caratteri arabi, viene insegnato nelle scuole e la maggior parte delle insegne nel paese sono scritte sia con questa scrittura, sia in caratteri latini.
 
 
Religione:
Il Brunei è un Paese musulmano abbastanza integralista e vi è un Ministro degli Affari Religiosi preposto a promuovere e sostenere l'Islam stesso. L’Islam è dunque la religione di stato ed è largamente praticato. La costituzione, tuttavia, concede libertà di culto alle altre religioni. Vi è anche, quindi, un 14% circa della popolazione che è buddhista ed è presente una minoranza di cristiani. Sono poi praticate diverse credenze autoctone antichissime.
Curiosità: la tolleranza religiosa del Brunei trova testimonianza nella struttura della settimana lavorativo. Sono infatti previsti due giorni festivi: il Venerdì (sacro ai musulmani) e la Domenica (sacra ai cristiani).
 
 
Istruzione:
Il sistema scolastico si colloca ad un livello di sviluppo abbastanza elevato, grazie ai finanziamenti che derivano dalla produzione petrolifera. L’istruzione è gratuita sino all’università, presso istituti nazionali o esteri. Nelle scuole primarie e secondarie le materie vengono insegnate in lingua malese, inglese o cinese. L’Università di Brunei Darussalam (1985) si trova presso la capitale, Bandar Seri Begawan. Il tasso di alfabetizzazione della popolazione adulta è pari al 92,8% (2005).
 
 
Sanità:
Il servizio sanitario governativo è fornito gratuitamente a tutti i cittadini. Esistono ospedali statali in ogni distretto amministrativo e due ospedali privati. I villaggi rurali sono assistiti attraverso un Servizio Medico Aereo, con l’elicottero. I cittadini sono spesso mandati all’estero per trattamenti specialistici, a spese governative. Gli standard igienici alimentari di ristoranti, bar ed altri locali pubblici sono molto elevati.
 
 
Arte tradizionale:
Nel momento di maggior splendore del Brunei, artigiani dell'argento e dell'ottone producevano gong di ottone finemente incisi, vasellame e cannoni, spesso istoriati con disegni di serpenti, animali o versi del Corano. Molte di queste forme di artigianato non sono arrivate ai giorni nostri, ma la lavorazione a mano dell'argento e della tessitura sono tuttora praticate. A livello architettonico, le città del Paese, influenzate dall’Islam, richiamano la magnificenza delle città arabe del Medio e Vicino Oriente.  La musica è infine impreziosita dall’utilizzo di strumenti molto particolari come gong, flauti in bambù e dombak (tamburi tradizionali).